Meetic Recensione - Come auto-anientarsi psicologicamente

Meetic - Come auto-anientarsi psicologicamente

36

Recensione:
Sono un iscritto... ma in pratica Meetic non lo frequento più e non scambio più messaggi con nessuna.
Come mai?
Perché nonostante nulla di me sia cambiato, anzi è tutto migliorato (foto comprese e aspetto), fino a 2 o 3 anni fa "qualcosa" si combinava, oggi niente.
Ultimamente ho fatto un incontro con una puttana troia zoccola infame bugiarda, si bugiarda perché ha mentito "clamorosamente" sulla sua età e sul fatto che non avesse figli.
E come l'ho scoperto?
Navigando su un altro sito concorrente e "beccandola".
La cosa che mi lasciato sconcertato è che quando l'ho incontrata aveva pretese assurde: io in forma, senza pancia, alto, dritto e ben vestito, firmato da capo a piedi, perfettamente curato, educato, sbarbato, ben fisicato (l'ho dico e vaffanculo: ho sudato sangue per raggiungere una forma fisica più che soddisfacente nella speranza chissà mai di trovare qualcosa di buono), considerato da molte come un bell'uomo, mi piaccio e piaccio, e cosa mi trovo davanti?
Una tipa sformata fisicamente, con un culo piazzato, carina di occhi ma certamente non in forma, la quale tirandosela in maniera assurda fa pulci su tutto, certo su quello che può fare perché è lei che è un cesso e non io. Ma soprassediamo; io comunque provo a fare il gentile, tuttavia non ottengo risultati positivi: lei è proprio stronza, superba senza poterselo permettere e bugiarda come una merda umana. Questo incontro è sostanzialmente l'ultimo che ho fatto, mesi fa ormai, e sapete che vi dico? Che non ne voglio più sapere.
Io non mi butto nel cesso per delle milf bugiarde e ciabattone.
D'altronde ieri al centro commerciale ho visto l'ennesima scena che mi ha fatto riflettere sul come siamo caduti in basso in Italia: una ragazzina alta 15 centimetri di più del suo uomo, molto carina e fisicamente da urlo, con un tizio peruvianoido/centroamericanoide nanerottolo con muso da gang/latino. No dico... ma siamo veramente a puttane? Le donne italiane sono merdone conclamate. Anche al lavoro ho visto scene pietose di cesse obese come balene spiaggiate in decomposizione che se la tirano!!! No dai... basta! Fan culo a questo punto. Se fossi un cesso pure io potrei pure accettare, ma così no. Naturalmente all'estero è tutt'altra cosa, ma d'altronde non mi posso trasferire per chiavare, il lavoro ce l'ho qui in Italia purtroppo. Che vergogna, che donne di merda, specie le italiane dico, e anche le straniere che si sono trasferite qui (hanno capito come gira in Italia e fanno come le italiane).
Scusate lo sfogo ma non è più possibile, la situazione è degenerata così paurosamente che onestamente va a minare le basi della nostra società, non si può vivere solo di lavoro, ci vuole anche una compagna, ma queste puttane del cazzo sono lancinanti nel loro comportamento altezzoso e vigliacco. Scrivo così di botto che mi risulta pure faticoso vedere se ho fatto errori, mi scuso ancora.

I pro :
Nessuno

I contro:
Tutto

36 Commenti

Data: 31 maart 2018 - 19:18

scritto da : RICCARDO

COMPLIMENTI , FINALMENTE UNO CHE HA CAPITO CHE ALL' ESTERO E TUTTA UN' ALTRA COSA E CHE L' ITALIA è IL CESSO ALMENO DELL' EUROPA.
è LOGICO: IN ITALIA LE DONNE SONO MONTATE DA TUTTA QUELLA PUBBLICITà SU VARIE CREME PER RINGIOVANIRE DI 20 ANNI E VOGLIONO SOLO A 50 ANNI QUALCHE GIOVANOTTO PER UN AVVENTURA. QUESTA è LA DONNA ITALIANA ALMENO DOPO I 35-40 ANNI. IL SOTTOSCRITTO INVECE VA SUI SITI MA SOLO ESCLUSIVAMENTE AL' ESTERO E NON SOLO NEI PAESI DELL'EST.
RICORDO ANCORA UNA RECENSIONE SU MEETIC FORSE DI QUESTA ESTATE.
QUESTO SIGNORE DISSE TESTUALMENTE CHE ISCRITTO A MEETIC IN ITALIA RUISPONDEVANO SOLO IL 3-4% DEGLI ISCRITTI COSA CHE CONFERMO ANCHE IO ESSENDO GIà STATO ISCRITTO A QUESTA IMMONDIZIA.
POI QUESTO TIZIO ANDò IN FRANCIA. NOTATE BENE POPOLO IN FRANCIA PAESE OCCIDENTALE NON IN ROMANIA O MOLDAVIA O BULGARIA DOVE GLI STIPENDI VARIANO Da 200 a 400 EURO.
E QUESTO TIZIO DISSE CHE IN FRANCIA RISPONDEVANO UN TERZO DELLE ISCRITTE FCIOè IL 33% DELLE ISCRITTE. CHIARA LA DIFFERENZA? STIAMO PARLANDO DELLA FRANCIA PAESE DOVE LE DONNE SONO FORSE + EMANCIPATE E INDIPENDENTI DELL' ITALIA E GUADAGNANO CERTAMENTE + CHE IN ITALIA.
E LUI DISSE: MA COME è POSSIBILE?
DICO IO PERCHè: PRIMA COSA MEETIC IN FRANCIA è PIù ONESTO INVENTA DI MENO CI SONO MENO FAKE E POI PERCHè LE DONNE SONO PIù MATURE PIù INTELLIGENTI PIù COLTE. IN ITALIA SONO SOLO DEI PEZZI DI CARNE CHE SI VENDONO AL MIGLIOR OFFERENTE
SE LA FRANCIA DA UN 33% DI RISPOSTE GLI ALTRI PAESI DOVREBBERO DARE RISULTATI CERTAMENTE MIGLIORI.
NON DIMENTICHIAMO CHE L' ITALIA è L' UNICO PAESE AL MONDO DOVE UN PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PER DIVERSI ANNI HA TENUTO SUL SUO PERSONALE LIBRO PAGA UNA TRENTINA DI PUTTANE ALLA VOLTA PER ORGANIZZARE LE SUE FESTE, FACENDOLE NON NELLA SUA CASA MA NEI PALAZZI ISTITUZIONALI DOVE RICEVEVA I CAPI DI STATO STRANIERI. QUESTO SIGNORE HA DATO IL BUON ESEMPIO E LUI COME CAPO DEL GOVERNO HA DETTATO LE REGOLE DI COME DEVONO VIVERE LE DONNE IN ITALIA.
QUESTO SIGNORE PAGAVA STIPENDI DA 2500 EURO A QUESTE TROIE SOLO PER IL SUO DIVERTIMENTO OLTRE ALL' AFFITTO DEGLI APPARTAMENTI DOVE VIVEVANO.
QUESTO è IL MESSAGGIO CHE HA DATO ALLE DONNE ITALIANE: CHE ANDATE A FARE A LAVORARE 8-10 ORE AL GIORNO PER 1000 EURO, FATE LEZOCCOLE TROVATE UN UOMO RICCO E FATEVI MANTENERE
QUESTA è L' ITALIA.
L' ITALIAN è ANCHE IL PAESE DOVE I DIVORZIATI VANNO A FINIRE ALLA CARITAS .... ED è INUTILE CONTINUARE. QUANDO CAPIRETE I9N QUALE MERDA VIVIAMO SPERO CHE NON SIA TROPPO TARDI E VE NE ANDRETE IO LO STO PER FARE.

Data: 31 maart 2018 - 22:22

scritto da : JB

Amico mio, non ti devi meravigliare. Queste internaute sono incontentabili e (lo ripeto per la millesima volta) hanno una percezione distorta del loro aspetto fisico. Ti stupisci perché, pur essendo un bell'uomo, vieni rifiutato da autentici cessi ? Sapessi quante volte è capitato a me ! :) La cosa buffa, sai qual'è ? Che nella vita di tutti i giorni ricevo spesso apprezzamenti e complimenti per il mio aspetto fisico... mi dicono che ho un bel viso, dei begli occhi, che potrei fare l'attore ... ma appena si entra nei siti di dating, tutti i canoni estetici vengono capovolti. E questo non accade soltanto online: accade anche al momento degli appuntamenti. Chi afferma che il mondo virtuale è solo lo specchio di quello reale, mi deve spiegare questo strano fenomeno ... Mi sono chiesto tante volte da cosa dipenda: credo che le frequentatrici di Meetic (e dei siti di dating in genere) rappresentino un tipo antropologico a parte. E ti assicuro che non sto scherzando.

Data: 1 april 2018 - 5:54

scritto da : riccardo

COMUNQUE è MOLTO PROBABILE CHE I POCHI CESSI CHE RISPONDONO SU MEETIC SIANO DIPENDENTI DI MEETIC CHE SONO PAGATE SOLO PER DARTI UN PO DI CORDA PER ILLUDERE I POLLI CHE ESISTONO DELLE DONNE ISCRITTE. DOPO TI MOLLANO PERCHè NON POSSONO ANDATRE + AVANTI. SU MEETIC LE DONNE PAGANO ANZI DOVREBBERO PAGARE QUINDI è PROBABILE CHE NON ABBIANO PROPRIO NESSUNA ISCRITTA REALE. AL MASSIMO CONCEDO 1 SU 100 VERA.
TORNO A RIPETERE: IN QUESTA MERDA UNA DONNA NON HA ALCUN BISOGNO DI ISCRIVERSI AD UN SITO PER CONOSCERE UN UOMO. UNA SINGLE BASTA CHE VA IN UNA DISCOTECA E NE TROVA, IL SABATO, DECINE DI UOMINI, LI VEDE DA VICINO E NON IN FOTO.
è CHIARO? QUELLE DIVORZIATE CON FIGLI LASXCIANO I FIGLI ALLA MAMMAB O UNA BADANTE E SE NE VANNO A FARE LE TROIE IN DISCOTECA SINO ALLE 2. QUESTA è L' ITALIA. MA PER ESMPIO IN ROMANIA NON LO FANNO E NON LO POSSONO FARE PERCHè VENGONO CHIAMATE ZOCCOLE QUI INVECE è UN LORO DIRITTO, FA PARTE DELL' EMANCIPAZIONE.
CHI TROVERAI SU MEETIC? QUEL RARISSIMO ESEMPLARE DI DONNA CON FIGLI CHE HA UN MINIMO DI DIGNITà E VIVE IN UN PAESINO E NON HA I MEZZI
PER FARE LA TROIETTA IN DISCOTECA. OPPURE TROVI 60NNI E ANCHE PIù VECCHIE. CIOè QUANDO SONO RIDOTTE ALLA CANNA DEL GAS.
LASCIATE STARE MEETIC E SIMILARI E CERCATE SOLO ALL' ESTERO.

Data: 1 april 2018 - 10:43

scritto da : Maury

Caro amico di sventure, a me è capitata la medesima situazione, con una differenza però. Io la tizia in questione la ho "sgamata" su facebook e lì ho scoperto tutte le merdate che mi aveva raccontato on line. Inutile dire che non la ho nemmeno incontrata ed ho subito chiuso le comunicazioni con lei. Questi sono personaggi pericolosi, mentitrici seriali . Considera che quella capitata a me è una che gira on line e su whatsapp con foto di almeno 10 anni prima. Dichiara una età fasulla e si spaccia per single e senza figli. Purtroppo per lei, non siamo tutti cretini. E quindi l'ho trovata su Facebook scoprendo che vive in una città diversa da quella che dichiara, non fa (più) il lavoro che dice di fare, è più grande dell'età che dice di avere ed ha figli. Come te, sono talmente disgustato da tutto questo che mi risulta difficile tornare su quel sito e starci collegato per una decina di minuti. Quello on line è diventato un mondo di ipocrisia, falsità e pretese surreali. La differenza con il mondo reale è che dietro un PC è indubbiamente più semplice barare!

Data: 1 april 2018 - 15:20

scritto da : Il Cardinal Gabriel

La grazia estetica, come le capacità intellettive, o la sensibilità d'animo, non sono più garanzie di buona riuscita nella vita sentimentale, specie quando si finisce con l'imbattersi in quelle sparute donne single presenti nelle chat e disturbate psichicamente di loro natura, o traumatizzate dai trascorsi sentimentali, oppure aventi indole superba, orgogliosa e perversa.

JB, ricevere dei complimenti lascia il tempo che trova, ed ora ti spiego il perché.
Anche a me succede da anni di riceverne, ma le persone che me li fanno, potrebbero essere potenzialmente le mie madri o nonne, oppure anche donne più o meno della mia età, ma già sposate da tanti anni e con figli al seguito.
Dubito fortemente, che una ragazza tra i 20 e i 30 anni d'età, si sognerebbe di esternarci lusinghe e moine dal vivo, viso a viso.
Non so te, ma io quando ricevo un apprezzamento da parte di una donna anziana, oppure giovane, ma già sposata, è come una ferita che si allarga di più, in quanto non ho che la conferma di quanto io non sia capito e valutato da chi invece dovrebbe.
Purtroppo, le nostre qualità vengono comprese ed apprezzate solamente da persone già impegnate o anziane, ma non da persone libere e più giovani, se non molto raramente in chat, per poi vederci trattare a pesci in faccia durante o post un incontro.

Non posso, quindi, che ribadire ciò che sostengo da molto tempo, ossia che sono stati molto fortunati coloro i quali incontrarono le loro attuali mogli sui banchi di scuola, alle università o nelle parrocchie, giacché, di questi tempi, pensare di poter incontrare l'anima gemella nelle chat, o andando in giro tra lo squallore, la malinconia o la desolazione dei vari locali è pressoché un'utopia, specie alla nostra età la quale mal sopporterebbe la confusione, la cafonaggine, le ore tarde, bevute, balli e mondanità.

Servirebbero situazioni ed ambienti che favorissero il dialogo, la conoscenza e l'amicizia, alternative sobrie, pulite e distensive adatte per le persone single. Mi vengono in mente i localini da balli lenti e luci soffuse che vi erano negli anni 60-70, per esempio, oppure quei programmi radiofonici notturni di 15-20 anni fa, di musica soft, dove qualche ascoltatore poteva chiamare in diretta, fare una breve descrizione di se e poi lanciare il suo numero di telefono alle eventuali ragazze o donne interessate.
Sono queste le cose che mancano di questi tempi.
Manca il silenzio, la tranquillità e l'intimità, tre cose importantissime per conciliare il dialogo tra le anime.
C'è invece troppo alcool, musica volgare, frenesia da social network, manie mondane, evasioni erotiche, desiderio di ostentare, ricerca di un elisir di eterna vanità. Queste cose ci hanno resi cadaveri emotivamente e sempre più soli.

In questi giorni riflettevo sulla scomparsa di Fabrizio Frizzi, un personaggio ritenuto unanimemente umile, mite, semplice e altruista. Certamente e indubbiamente lo era, ma tante persone che lo piangono, ricordandone le sue nobili qualità umane, poi non si impegnano a volerlo emulare, a prendere esempio da lui, infatti noi ci ritroviamo spesso in questa sede, a lamentarci di quanto non siamo compresi, valutati ed accettati dalle donne odierne, testimoniando di quanto queste siano carenti di umiltà e semplicità, inconsapevoli dei loro limiti e difetti, ma cariche di orgoglio e superbia.

P.s. Riccardo, pensala come vuoi, ma non è il luogo a far la differenza, quando l'epoca uniforma il pensiero e il comportamento dell'essere umano.

Data: 1 april 2018 - 15:47

scritto da : JB

Gabriel, mi hai fatto ridere, perché in effetti ho sempre riscosso un grandissimo successo fra le donne più grandi ... questo, fino a dieci anni fa, poteva ancora starmi bene, perché si trattava di cinquantenni, ma adesso si tratta di donne anziane ! :)
A parte questo:
Come ha scritto Riccardo, nessuna donna normodotata ha bisogno di cercare l'amore su Meetic. E' inutile fare gli ipocriti. Qualsiasi donna dotata di un aspetto passabile, equilibrata e sana di mente, può procurarsi tutti gli uomini che vuole ... Se si iscrivono ai siti di dating (e soprattutto se ci stazionano per anni) sono in cerca di un pollo da spennare oppure non sanno quello che vogliono, oppure hanno dei seri problemi nel relazionarsi con gli altri. I siti di dating sono la cloaca e l'immondezzaio del genere femminile. Lì si raccolgono tutte le schizzate, le problematiche, le paranoiche, tutte quelle che per il loro pessimo carattere non sono mai riuscite a conservarsi un uomo. Nel periodo in cui ho usato Meetic ho avuto almeno una ventina di appuntamenti e posso dire, in tutta sincerità, che di donne equilibrate ne ho conosciute pochissime. Alcune erano anche simpatiche (mi ricordo una pittrice estremamente graziosa) ma si vedeva lontano un miglio che erano soggetti pericolosi e gravemente disturbati.
Poi c'è da dire anche un'altra cosa: la stragrande maggioranza va dai 40 ai 60 anni. A quell'età siamo tutti più esigenti, più attaccati alle nostre abitudini, meno disposti a fare sacrifici rispetto a quando eravamo dei ragazzi... vale per gli uomini e per le donne. Nel caso delle donne c'è l'aggravante rappresentata dal fatto che hanno molte più occasioni. Una donna che frequenta Meetic da anni avrà avuto centinaia di opportunità ... se nessuno le va bene, evidentemente ha dei problemi psicologici che la rendono troppo esigente o addirittura incontentabile. E poi ci sono le perditempo (più o meno coscienti, più o meno consapevoli). Quelle che si trastullano con l'idea dell'amore, del matrimonio, dei figli, ma sono totalmente inadatte alla vita di coppia.
Facciamocene una ragione: le migliori sono già prese.

Data: 1 april 2018 - 17:28

scritto da : Il Cardinal Gabriel

Sì, JB, le migliori sono già state prese e purtroppo, non poche di loro sono finite tra le grinfie di soggetti sbagliati, spesso infedeli, talvolta violenti, ma certamente poco di buono. Conosco personalmente alcune giovani donne le quali stanno passando, o hanno passato le pene di una via crucis, a causa di certi compagni, fidanzati o mariti che fossero.
Tante volte mi chiedo perché non sia capitata a me la fortuna di starci con quelle ragazze, di prendermi cura e premura dei loro animi fragili ed ingenui, anziché quei mostri. Ma più ci penso e più mi vien da dire che la vita non segua alcuna logica o razionalità, tanto meno il buon senso. Posso soltanto affermare con certezza, che tante brave ragazze sono finite a vivere con tipi infami e che tanti bravi ragazzi si son ritrovati soli come noi, giacché quelle poche ragazze single rimaste, incutono inquietudine, disagio o angoscia. Che altro aggiungere?
L'utente che ha recensito, ha scritto una cosa drammaticamente vera nel finale, ossia che non è possibile trascorrere un'intera esistenza, vivendo soltanto di lavoro e impegni, senza una compagna al proprio fianco. É assolutamente vero, poiché, almeno io, sto davvero male emotivamente e psicologicamente, pur se provo in tutte le maniere possibili ad anestetizzare il dolore coi più svariati passatempi e interessi personali. Ma quanto si può resistere?
Se non altro, quando senti i crampi di fame nello stomaco, risolvi il problema mangiando qualcosa, ma quando senti la voglia di amare e di sentirti ripagato, esploderti prepotentemente dentro, lì non c'è rimedio, finisci per logorarti poco a poco. Ma quel che è peggio sono gli altri che ti conoscono, tipo parenti o amici, i quali tra un sorriso ebete ed un'esternazione banale ti dicono: "Ma va là, che fai ora a trovare, sì! Un ragazzo attraente e intelligente come te, vuoi che non trovi una donna che si innamori di lui?"
Gente sposata da 25 o 40 anni, la quale ha una mentalità ancorata ai tempi in cui si poteva ancora conoscere una persona importante nella borgata dove si viveva.

Data: 1 april 2018 - 20:50

scritto da : sasa

Caro Gabriel,quando tu scrivi (ma questo vale anche per JB), riesci a farmi rivivere le cose che ho passato e passo io in questa epoca storica. Il discorso potrebbe estendersi in tanti altri campi; uno su tutti,il lavoro,dove - non si sa come,o forse si - emergono e sono valorizzati quasi sempre gli individui più meschini e laidi a discapito di chi invece ha qualità umane ben migliori. Devono essere correlate le due situazioni,me ne sto convincendo sempre di più in questi anni. O forse è un fenomeno prettamente italico,questo non so dirlo. Oggi sono uscito a fare due passi in centro a Milano con un altro sventurato come me. Quello che ho visto non è stato dissimile dagli altri giorni: donnine ben messe in compagnia di uomini brutti e laidi,oppure di 20 anni più grandi. E'vero, Gabriel, non c'è più logica. O forse c'è e non la vogliamo vedere. Forse una porche o un Ferrari cambierebbe la situazione. Forse. Ma poi mi chiedo se davvero queste unioni quantomeno "equivoche" siano davvero sincere e felici. Io ne dubito.
Per concludere,Gabriel: non so se augurare a te quello che è capitato a me,e che ancora si protrae nel tempo. Ovvero la disillusione più totale e cinica nei confronti delle relazioni e delle donne di quest'epoca. E' una condizione che a pensarci razionalmente mi rende assai triste. Ma mi sento decisamente meglio di un tempo quando non accettavo tutto questo e non facevo altro che abbaiare alla luna. Vogliamo chiamarla rassegnazione e disillusione? Sicuramente lo è,ma è un rifugio che per adesso sta resistendo.
Vi abbraccio.
S.

Data: 2 april 2018 - 13:05

scritto da : Il Cardinal Gabriel

Caro Sasa, "la bella e la bestia" non è soltanto un film che di tanto in tanto viene rivisitato nei cinema, ma una realtà riscontrabile in ogni dove, come quella che ieri hai potuto osservare ieri, andando in giro per la tua città. É così anche nella mia.
Fossero poi semplicemente inguardabili dal punto di vista esteriore, certi uomini... invece sono pure insopportabili nei loro modi di comportarsi, di vestirsi e di blaterare, al punto che sembrano strani figuri usciti da un film fantasy, dove orchi e fauni fanno la parte da protagonisti. E questi la fanno pure con le donne, tant'è vero che li vedi accompagnati da tipe fichette, magari tanto oche giulive, ma comunque carine.

In quanto al mondo del lavoro, mi verrebbe da chiederti, quale mondo del lavoro?
Quei campi di concentramento odierni, dove diritti e tutele dei lavoratori vengono progressivamente alienate? Dove la dignità di una persona viene concessa solamente se fai numeri e produzione? Dove devi essere disponibile a fare turni, straordinarie, rinunciare ai fine settimana liberi, vederti ridurre pausa pranzo e ferie estive? Questo nazismo lo chiami lavoro?
Mentre nel resto d'Europa si parla di portare le ore di lavoro a 30 la settimana, qui da noi, invece, esigono di farne 60 e se non ti sta bene, ti dicono che non hai voglia di lavorare.
Siamo al delirio, Sasa. Al delirio!

Data: 2 april 2018 - 17:11

scritto da : Maury

@JB , mi riallaccio al tuo commento da cui mi piace citare la frase " ..Quelle che si trastullano con l'idea dell'amore, del matrimonio, dei figli, ma sono totalmente inadatte alla vita di coppia.." . Questa tipologia di utente sarebbe, ahinoi, l'unico tipo di donna "seria" che oggi puoi trovare on line, e già ti puoi considerare fortunato ad incrociarla. Come hai ben scritto, tutto il resto è una cloaca di stronze, opportuniste, psicolabili da cui è sicuramente bene prendere le distanze. Quelle che restano e che in teoria sarebbero "serie", sono appunto queste donne che vivono nell'illusione di poter realizzare quello che mai nella loro vita (non a caso) non sono riuscite a fare. Monco a dirlo, un fallimento annunciato! Le abbiamo sicuramente incrociate ed immancabilmente sono scappate o entrate nel panico. Donne inadeguate che continuano a vivere raccontandosi da sole la balla che ancora non hanno trovato la persona giusta. E' probabile che chi le conosce, le evita!

Data: 2 april 2018 - 17:36

scritto da : Il Cardinal Gabriel

Maury, la ragione è che non sei sufficientemente SOLARE e POSITIVO. Loro vogliono una lampada alogena col morsetto collegato all'anodo. Hahahaha! Dai, ho voluto sdrammatizzare un pò. Ricordo che a me dicevano di essere oscuro e negativo, ovvero niente di più falso di quello che ero e che sono.
Ad una di loro, una volta, le risposi che, dato che lei si considerava positiva, mentre io, secondo il suo parere ero negativo, potevamo avviare le batterie delle automobili. Mi disse: "Non sei mica tanto normale tu." E poi mi bloccò.
Hahahaha! Ci rido ancora a pensarci.
Non hanno minimamente il senso dell'ironia. Che balenghe.

Data: 2 april 2018 - 21:04

scritto da : Maury

@Gabriel : non sono SOLARE, POSITIVO e non sono un UOMO VERO, con la U maiuscola...come dicono sempre loro ahahah . Peccato che più che un uomo vero, queste cerchino lo schiavo, il "generoso", l' autista, uomo di fatica, personaggio da fiction televisiva...fate vobis ;) Io ormai nei siti o App di dating ci torno solo per farmi qualche risata. Le sparute utenti reali e non fake, sono quelle che ti insultano senza sapere chi sei e ti mettono subito in lista nera o le "solite" utenti che stanno li dentro da anni ad aspettare il genio della lampada che sia anche psicologo part-time ahahah

Data: 2 april 2018 - 22:32

scritto da : JB

@ Maury:
Sono anche le più pericolose. Le porcate peggiori sono commesse in buona fede ... Una di loro mi è passata sopra come un rullo compressore. Eppure, se ci ripenso, sono convinto che non lo abbia fatto apposta. A 46 anni non aveva mai avuto una relazione seria ... che dici, ci sarà un motivo ? E della misandria latente ne vogliamo parlare ? La vendetta sull'uomo per mezzo della seduzione ... il tutto, ovviamente, senza avere il minimo sentore dell'odio che provano.

Data: 9 april 2018 - 0:04

scritto da : Mauro

Concordo pienamente con i commenti di cui sopra, e mi complimento per la lucida analisi, per il collega che si lamenta di Milano a Roma siamo messi peggio.. Detto questo, posso fare un'osservazione, che negli anni vuoi che avevo 28-30 anni vuoi che erano usciti da poco i siti di dating, ho incontratto donne carine e intelligenti (io coglione che le ho solo "collezionate"), ora con un'altra consapevolezza e diversa età, riscontro proprio quello di cui parlate, la situazione nei siti di dating o app è quella che è..
come dice @Gabriel "Servirebbero situazioni ed ambienti che favorissero il dialogo, la conoscenza e l'amicizia, alternative sobrie, pulite e distensive adatte per le persone single."
E' qua tutto il fulcro della questione, per un periodo ho frequentato degli apertivi dei couchsurfers a Roma, beh alla fine i morti di figa de roma, sono riusciti a rovinare anche un ambiente dove c'erano molte ragazze straniere e un clima amichevole.
E' cambiata la società non solo i siti di dating, parlando con amici più giovani a 20anni ormai usano abitualmente il cialis.. (cosa mai neanche pensata per me all'epoca), questo ha trasformato il paese in un manipolo di puttanieri e mignotte, se i modelli sono diventati Briatore e la Gregoraci è "normale" che gli uomini vogliano solo fare soldi, e le donne stare con uno che li ha fatti.. Chi potrebbe mettere in discussione tutto questo? La chiesa? un gruppo di gay che possiedono una banca patrimoni immobiliari e non pagano tasse? O lo stato che è in mano alle mafie?
E' sociale la crisi ragazzi.. credo che siamo alla fine di un ciclo, e di un'epoca, che sta stravolgendo il mondo del lavoro, delle abitudini, chi ce li ha dei figli (guardando gomorra e la vita di escobar come crescono?). Come in ogni tempesta rimaniamo saldi al timone, cercando di non finire in mare..
Leggere i vostri commenti mi ha fatto sentire meno (intellettualmente) solo.

p.s. all'estero ci ho vissuto, si scopa di più etc.. ma in un paese che non parla la tua lingua, in cui non conosci un cazzo di nessuno o quasi, torni dal lavoro e guardi il soffitto..

Data: 10 april 2018 - 23:31

scritto da : Maury

@Mauro anche io faccio parte di quelli che hanno vissuto i tempi d'oro dei siti di dating e chat. Bei tempi in cui, dopo una serata in chat, rimediavi qualche numero di cellulare e poi anche qualche uscita. Oggi, immaginare qualcosa di vagamente simile, sembra utopia. Ti do perfettamente ragione, sia per le occasioni che forse abbiamo volutamente perso, sia per la constatazione che sono cambiati i tempi, in peggio purtroppo! In una società in cui la comunicazione è vitale, non riusciamo più a comunicare e socializzare. Soprattutto non si riesce ad avere dei rapporti umani che non siano semplicemente basati sull'interesse economico o la mera attrazione fisica . Come dici tu, qui è già qualcosa riuscire a sopravvivere. Sicuramente la condivisione, anche delle nostre delusioni, non risolve ma aiuta!

Data: 11 april 2018 - 10:01

scritto da : Il Cardinal Gabriel

Ciao Mauro, un tempo si vivevano appieno i fine settimana, frequentando qualche ragazza che poi, immancabilmente, diventava la nostra fidanzata.
Poi vi è stato un tempo in cui, nei fine settimana, semplicemente si sopravviveva, rimediando saltuariamente qualche infelice ed inconcludente incontro.
Ora, invece, è il tempo del rantolo, dell'arrancare di mala voglia, di fine settimana che non hanno più un sapore, nè un colore, neanche in primavera o in estate, proprio perché la solitudine totale è diventata la nostra compagna.

Pensare di poter conoscere proficuamente una ragazza interessante per noi ed interessata a noi, porta inevitabilmente a porsi due fondamentali domande: DOVE? IN CHE MODO?
A questi quesiti non c'è risposta.
E non la puoi trovare nelle chat (regno di malate di mente, opportuniste varie e puttane) tanto meno andando in giro come un disperato da solo per dei locali, dove trovi soltanto coppie e coppiette, o compagnie isolate per i fatti loro. E starci male psicologicamente, poi!

Ecco perché scrissi che in questi anni mancano situazioni, ambienti o strumenti sociali nuovi, adatti per le persone single e sole come noi (e in costante aumento) qualcosa che promuova il dialogo e la socializzazione, ambienti sobri e tranquilli, dove la quiete mentale, epurata dalle manie e dai vizi di questo tempo, si apra alle possibilità di amicizia e sentimenti.

Data: 12 april 2018 - 11:09

scritto da : Raffy

Scusa, ma parlo a nome di molte donne italiane, non siamo tutte così e di certo possiamo dire, io per prima, che anche voi uomini italiani convinti che le straniere sono migliori, non ci rendete le cose facili, senza contare certi vostri esemplari che non hanno neanche il coraggio di affrontarti e chiudono la storia con un messaggio. Certo non avremo il culo delle brasiliane, non saremo brave nel sesso come la maggior parte delle donne dell'est, ma non siamo male, abbiamo solo una cultura diversa, forse siete voi uomini sadomaso vi piacciono le stronze (e forse anche noi donne in questo senso non scherziamo), ma ti assicuro molte italiane non se la tirano, magari non sono top model, ma hanno una qualità che vale molto di più: l'intelligenza

Data: 12 april 2018 - 18:23

scritto da : Maury

@Raffy , il problema vero secondo me è che a molte donne italiane non manca l'intelligenza, manca l'umiltà e anche la sincerità purtroppo!

Data: 12 april 2018 - 22:18

scritto da : Il Cardinal Gabriel

@Maury, hai detto bene.

Data: 13 april 2018 - 9:21

scritto da : Raffy

Scusate, da donna potrei dire la stessa cosa di voi uomini, credetemi mi sono appena imbattuta in uno così, si è comportato con me come se fosse stato un Dio sceso in terra appena mi sono un po' aperta e ve lo garantisco non aveva particolari motivi, quindi in conclusione siamo tutti diversi non potete fare di un'erba un fascio, anche perché purtroppo, e vale anche per me, siamo noi che per qualche motivo attiriamo solo un genere di persone, ma questo non vuol dire che tutte le donne e tutti gli uomini sono così

Data: 13 april 2018 - 10:20

scritto da : Il Cardinal Gabriel

Raffy, tu asserisci che siamo noi ad attirare gente sbagliata.
Allora io ti rispondo che, se il mio essere uomo onesto, coerente, sensibile e sobrio, sia nei modi di esprimermi, sia di agire, attira solamente donne poco di buono o squilibrate, mi domando e ti domando come mai, le donne che dovrebbero avere un'indole decisamente diversa, non siano sensatamente attratte da me, o da altri ragazzi/uomini simili a me?
Come la mettiamo?
Capisco e ti do ragione sul fatto che generalizzare sia sempre sbagliato, ma finora, nelle testimonianze maschili che avrai certamente letto, nessuno ancora è risciuto a trovare quella minoranza femminile diversa, la quale poteva evitarci di generalizzare, forse più per stanchezza, rassegnazione e umiliazioni ricevute, che per vera convinzione.
Personalmente credo che qualche brava ragazza/donna single e nubile vi sia ancora in giro, ma questa tipologia femminile è certamente rara, di questi tempi, e sovente si tratta di persone, le quali dopo aver sperimentato brutti traumi o esperienze passate, ora preferiscono restarsene da sole.
Il resto è soltanto ostentazione di titoli, beni e posizioni professionali, mera arroganza fine a se stessa, ma niente umiltà e onestà, come ha scritto Maury e come lo confermo pure io.

Data: 13 april 2018 - 10:36

scritto da : Raffy

Caro Gabriel, specifico noi non è che attiriamo, ma siamo attratti da persone sbagliate, che è peggio! Poi ti giro la cosa come sempre da donna, come dici tu corretta, onesta e a detta di altri non da buttar via eppure dove sono tutti questi uomini onesti, perché io ho incontrato solo uomini che si approfittavano, e tu stesso lo scrivi le donne per bene sono state ferite e sono difficili da trovare, quindi vuol dire che di fondo la colpa degli uomini c'è

Data: 13 april 2018 - 18:48

scritto da : Maury

@Raffy, pensa che per nostra sfortuna noi uomini abbiamo ancora meno possibilità di scelta di voi donne. Quindi se per una donna su Meetic è altamente probabile prendere una fregatura (come tu confermi) , per un uomo è una certezza matematica! Qualcuno qui ha già scritto che si è chiusa l'epoca dei siti di incontro. Io non posso che confermarlo. Quello che non capisco è come e dove ci si possa conoscere tra persone single e adulte. Forse però la triste verità di fondo è che in genere, superata una certa età, non c'è un reale desiderio di impegnarsi. E questo a prescindere dal genere cui si appartiene ...

Data: 13 april 2018 - 19:09

scritto da : Il Cardinal Gabriel

Raffy, in tutta onestà intellettuale, ti rispondo che ritengo sia ovvio, che un uomo sia attratto dal profilo di una ragazza la quale dichiari di essere alla ricerca di un compagno con determinate caratteristiche che lui ritiene di avere. Se poi questa ragazza posta una foto particolarmente aggraziata, quell'uomo ne sarà ancor più attratto.
Il problema nasce nel momento in cui quella donna manca di coerenza, ossia dichiara argomentazioni particolarmente interessanti, ma poi non mette in pratica: ti snobba, non risponde ai messaggi, si dimostra superficiale, scialba o aggressiva, teme un confronto dal vivo, non vuole incontrarti o procrastina sine die la conoscenza dal vivo, o peggio, spuntano fuori altri corteggiatori od ex fidanzati.

Riguardo il tuo caso, non posso far altro che rammaricarmi, se non hai trovato che uomini deficienti nelle chat.

Come ho scritto in altri post, vi sono certamente delle donne le quali hanno passato le pene dell'inferno, a causa dei loro ex fidanzati o conviventi, ma questa cosa, a mio avviso, non dovrebbe giustificare certi loro atteggiamenti di rancore o revanscismo nei confronti di qualsiasi uomo, né di pensare che il prossimo arrivato possa essere la fotocopia del deficiente che lo precedette.

Data: 14 april 2018 - 14:26

scritto da : Il Cardinal Gabriel

Maury, credo che da parte nostra (se non altro tua, mia e di qualche altro commentatore) la voglia d'impegnarsi in una relazione ci sarebbe eccome! Altrimenti non staremmo qui a logorarci l'anima, esternando malumori e insofferenze. E credo anche, che sebbene i nostri sofferti 40 anni, non ci mancherebbe un adolescenziale entusiasmo ed un'innocente pazzia, tale da contagiare pure un'eventuale compagna, ma dall'altra parte c'è indolenza, inettitudine, svogliatezza, indifferenza, preferiscono starsene a casa, a piangersi addosso, od uscire ad apericene, shopping e movide con le amiche sceme, o ancora, a ripensare al loro ex compagno di anni fa, che non torna più indietro, oppure a fare la cernita dei profili maschili sui social network, questo bisogna dire.
Io mi sono letteralmente rotto i coglioni, di quelle che inizialmente ti accendono gli entusiasmi, la fiducia, le voglie e la speranza, per poi farti odiare l'esistenza, quando comprendi che non mantengono fede, parola e promessa a quello che ti raccontavano e che ti induceva a sognare giorni sereni e felici da trascorrere insieme.
Non hanno voglia di fare niente!

Commenti su questa recensione

  • il tuo indirizzo e-mail non è visibile per altri visitatori

Mandami una e-mail quando si risponde a questa recensione