Recensioni scritte da quest indirizzo ip (63510)

Meetic - S.S.S. Soli nel Silenzio di una Stanza

15

Recensione:
Ricordo un periodo storico nel quale, per conoscere qualche ragazza carina, era sufficiente recarsi in discoteca la domenica pomeriggio e dopo aver saltato come cavallette ai ritmi della techno music, si attendeva un determinato orario (solitamente verso sera) in cui il dj arrestava i dischi, spegneva i laser e le lampade stroboscopiche e di sottofondo giungevano gli intro dei balli lenti, i famigerati balli della mattonella. Quindi si adocchiava la ragazzina più attraente e la si invitava a coccolarsi sulla pista. A volte poteva dire di no, altre volte apparire indecisa, ma in poche occasioni si rincasava con un nulla di fatto.
Che emozioni, stringere dolcemente le adolescenti! Quando te ne andavi a dormire, potevi ancora sentire su di te i loro profumi.
Questo breve e innocente periodo poi terminò.

Dopo di che, ricordo un altro momento, in cui i sabati sera/notte, molte emittenti radiofoniche erano tutto un copiarsi a vicenda di programmi finalizzati alla ricerca dell'anima gemella. Funzionava così: chiamavi in diretta lo speaker radiofonico e dopo aver dato una sufficiente descrizione fisico/caratteriale di te, attendevi che qualche ragazza ti chiamasse, oppure, in alternativa, se sentivi qualcuna chiamare in radio e presentarsi, potevi essere tu a contattarla.
La cosa andava alla grande, a quei tempi! Posso dire di aver conosciuto molte ragazze con questo metodo desueto e di essermi pure fidanzato con qualcuna. Fu davvero un momento molto buono, per me e qualche amico, ma purtroppo anche questo buon periodo terminò.

Svanisce una cosa, svanisce anche l'altra, gli anni passano e anche qualche relazione amorosa se ne va... Ci si ritrova soli. Quindi, che si fa?
Si esce nel fine settimana con qualche amico altrettanto single. Si va a quel pub da poco aperto, o alle solite gelaterie-bar, oppure a sfogar amarezze mangiando in pizzerie di qua e di là. Gli anni salgono, ci si avvicina ai trentacinque, ma nei vari locali d'intrattenimento non trovi nulla di buono da combinare, poiché le ragazze non sono più quelle tipe semplici, incuriosite, estroverse e propense al dialogo come le si poteva trovare fino a qualche anno prima. Si rincasa stanchi e delusi, con un greve dispiacere nell'animo che sale come nebbia d'autunno.

Toh! Ecco giungere le chat per incontrare le ragazze ed innamorarsi! Ma che dico? Esistevano già da tempo, ed io non lo sapevo! Via immediatamente a farmi un abbonamento! Contatta una, poi quell'altra, poi un'altra ancora e quand'è la fine ne hai contattate una ventina. Risposte? Sparute e piuttosto svogliate. Poi un giorno ti accorgi che qualcuna è particolarmente incuriosita da te. Le dai corda, la incalzi, organizzi un incontro e... Bingo! É carina, ed anche particolarmente entusiasta da te. Fidanzamento. Passi due anni con lei, pensando sia quella definitiva, ed invece no. Le cose cessano sul più bello che sembravano fatte per durare. Cadi nella depressione, anche perché hai oramai 40 anni.

L'istinto di sopravvivenza ti induce a ritentar nuovi abbonamenti, giacché pensi che come ti fu relativamente semplice trovarti qualche tempo prima una compagna, così lo sarà anche ora.
Ore e ore di fronte ad uno schermo di computer, tempo rubato ad altre cose più importanti o al riposo notturno, soldi di abbonamento che se ne vanno, incontri (pochi) e per giunta con delle donne brutte, sia di viso, sia di cuore, alle quali devi pagare da bere, più qualche extra. Non riesci più a combinare niente di buono con nessuna. Ma che diamine mi sta accadendo? Ti chiedi. Nulla di grave, poiché sta andando in vacca anche agli altri uomini soli come te. Gli anni non sono più quelli dei balli lenti in discoteca, né dei fortunati incontri coi programmi radiofonici e neanche ci sono più tante ragazze iscritte nelle chat (come qualche anno prima) a cui potevi mandare una caterva di messaggi, nella speranza che in mezzo a tanto letame, vi potessi trovare un fiore.
Anzi, ora di ragazze non ne trovi proprio, a parte le adescatrici russo-ucraine o qualche puttana. Il resto sono semplicemente profili fake, oppure inattivi da anni! Le quattro sparute che sembrano dare deboli segni di vita, si tratta di gente squilibrata, oppure vessata da centinaia di altri uomini soli, single e disperati come te.
Lascia perdere! Non è più tempo di cimentarsi in dolcezza e poesia. Waste time!

Per quel che mi riguarda, le chat, TUTTE, nessuna esclusa, non sono nient'altro che camposanti abbandonati e spazzati dal vento, simili a quelli che si possono vedere nei film western dell'indimenticabile Sergio Leone. Luoghi desolati e quasi inquietanti, che nulla hanno a che vedere con ciò che erano fino al 2010, circa, quando qualche rimasuglio di brava ragazza lo si poteva ancora reperire. Nel deserto delle chat, simili a scenari post apocalittici, ti ci puoi imbattere soltanto in psico mutanti come quelli del film "Le colline hanno gli occhi."

Qualcuno propone di ritornare ai vecchi metodi di approccio e di corteggiamento per cercar l'anima gemella.
Certo, dico io, sarebbe l'ideale, sarebbe preferibile, sarebbe molto bello, eh sì. Sarebbe come il topo che propone agli altri topi di "ATTACCARE IL CAMPANELLO AL COLLO DEL GATTO."

La realtà è che siamo entrati nel deprimente mondo delle chat (già molti anni fa) è perché avevamo capito che il mondo reale non offriva più situazioni, ambienti od occasioni consone e favorevoli a conoscere giovani donne.
Quindi, a rigor di logica matematica, mi rispondo e lo dico anche agli altri, che non appena MUTA l'ambiente sociale circostante (quindi anche valori, ideali, mode) ne consegue che i metodi di approccio e di corteggiamento, che un tempo potevano funzionare, ora non siano più praticabili, o che non garantiscano più i medesimi risultati di un tempo.
Lo abbiamo infatti verificato ripetutamente, che per quanto ci siamo sforzati di essere GALANTI, DOLCI, PAZIENTI ed ONESTI con le donne delle chat, da parte loro siano giunte sempre e soltanto prese per il culo, perdite di tempo, inganni, ma soprattutto TANTA INGRATITUDINE dopo che ci eravamo prodigati con benevolenza e disponibilità nei loro riguardi.
Poco tempo fa, da una giovane ragazza la quale pareva essersi innamorata di me, mi sentii perfino dire questa frase: "Hai tutte le caratteristiche che potrebbero far felice una donna." (Che Dio mi sia testimone di ciò che scrivo!)
Ebbene, dov'è ora lei?
Non c'è!
Allora, vi sembra normale, che una ragazza si lasci scappare un uomo di cui asseriva di essere innamorata, le cui caratteristiche potevano renderla la donna più felice di questo mondo?
É CHIARO COME ALLA LUCE DEL SOLE, CHE MOLTE GIOVANI DONNE SINGLE, NON STIANO PIÙ BENE CON LA TESTA!

Qui non è neanche più una questione di dove o come poter cercarsi una compagna (mancherebbero, tra l'altro, gli ambienti adatti) tanto meno di chat desertiche e oltretutto care e truffaldine, che comunque rimane una cosa GRAVISSIMA, degna di segnalazione alla Guardia di Finanza o a Striscia la Notizia, come scritto da un altro utente prima di me; qui è questione che I TEMPI SONO MUTATI DRAMMATICAMENTE (in peggio!) E CHE ALLE GIOVANI DONNE SINGLE NON GLIENE FREGA PIÙ UN KAISER DI TROVARSI UN DEGNO UOMO E DI INVESTIRE IN AMORE. Punto.
Altrimenti non vi sarebbe questo esercito di anime maschili solitarie e depresse.

C'è qualcosa di profondamente brutto ed inquietante nelle donne di questo tempo, non so che cosa sia esattamente, ma questa cosa le induce a rifiutare quegli uomini che potrebbero dar loro rassicurazioni, protezione, fedeltà e presenza sicura nei momenti di difficoltà, per preferire individui di tutt'altro genere.
Non è normale tutto ciò.

Gabriel NON raccomanda Meetic NON raccomanda agli amici/ai conoscenti

Commenti scritti da questo indirizzo ip